23 novembre 2017

Dasp - In my Mind Vol. 1

Artista: Dasp

Album: In my Mind Vol. 1

Etichetta: Autoproduzione

Voto: 7.5/10

Dasp è il nome d’arte di Domenico Palopoli, un giovane cosentino dalle idee molto chiare, nonostante questo sia il suo primo EP. Intitolato In my Mind Vol. 1, il lavoro rispecchia ciò di cui Domenico si è sempre occupato: colonne sonore per film e cortometraggi. Infatti, ascoltando i 4 brani dell’EP, l’ascoltatore si ritrova protagonista di un film indipendente.

Il primo brano, intitolato Intro, ha esattamente questa funzione. Voci effettate e una base elettronica danno il benvenuto all’ascoltatore. Al culmine sonoro, il brano si interrompe per introdurre Dance Floor, dove le sonorità cambiano e la chitarra elettrica spezza l’atmosfera ambient che si era creata. Il riff principale del brano è facilmente ricordabile e introduce intermezzi cantati e strumentali, utilizzando principalmente synth monofonici. Il riff di chitarra del terzo brano, intitolato Eletronic Mind, ricorda vagamente l’intro floydiano di Shine on you crazy Diamond. Veramente apprezzabile è il pad in sottofondo, dalle tonalità basse e profonde, che rende il brano estremamente moderno e oscuro, adatto alla sonorizzazione di un film sci-fi. Con l’ultimo brano Moon,  è chiaro l’intento di Domenico: congedarsi dall’ascoltatore utilizzando sonorità nostalgiche e una voce che avvolge e sussurra delicatamente, quasi come quella di Thom York. In my Mind  Vol. 1 è un album dalle atmosfere malinconiche, ma le basi elettroniche danno una forte carica emotiva, molto simile a quella di artisti quali Massive Attack o Depeche Mode. Grande capacità del musicista, è quella di aver saputo amalgamare la voce alla parte strumentale. Quest’ultima risulta sempre ben progettata e composta, dando al lavoro un carattere solido e maturo.

Noemi Bolis

Article Tags