22 gennaio 2019

Instapoets: Lang Leav

Instapoets: lang leav -VivaMag

Una volta mentre correvo,

via da tutto ciò che mi perseguitava;

stavo per arrendermi alle tenebre –

a un insopportabile dolore.

 

Cercavo quell’unica cosa,

che avrebbe liberato la mia anima triste.

 

Col tempo la trovai per caso,

una pace e una quiete interiore;

e ora sto iniziando

a vedere e a credere

in ciò che sto diventando –

e in tutto quello che devo ancora essere.

 

Quando la poesia nasce dai social. Lang Leav inizia a pubblicare le sue poesie su Tumblr nel 2012, dove raggiunge in poco tempo il milione di follower; nel 2013 pubblica a sue spese Love & Misadventure, che in un mese vende oltre 10mila copie; successivamente pubblicata dalla casa editrice Andrews McMeel, la sua prima raccolta di poesie vende più di 300mila copie. Oggi, la giovane scrittrice australiana di origini tailandesi vanta all’attivo ben cinque raccolte di poesie e un romanzo, e i suoi versi vengono condivisi su Instagram (anche da Khloé Kardashian!), dove conquistano milioni di “mi piace”. Uno stile breve e conciso, forse il più adatto al popolo di Internet, che si serve di poche parole, e qualche disegno, per esprimere l’intero spettro delle emozioni umane. L’amore, però, quello più giovane e delicato, ne fa da padrone:

It was a question I had worn on my lips for days – like a loose thread on my favourite sweater I couldn’t resist pulling – despite knowing it could all unravel around me. / “Do you love me?” I ask. / In your hesitation I found my answer.

You were you, / and I was I; / we were two / before our time. / I was yours / before I knew, / and you have always / been mine too.

When two souls fall in love, there is nothing else but the / yearning to be close to the other. The presence that is felt / through a hand held, a voice heard, or a smile seen. / Souls do not have calendars or clocks, nor do they understand / the notion of time or distance. They only know it feels right to
be with one another. / This is the reason why you miss someone so much when they / are not there— even if they are only in the very next room. / Your soul only feels their absence— it doesn’t realize the
separation is temporary.

Article Tags