13 dicembre 2018

Smashing Pumpkins - Shiny and Oh so bright, Vol. 1

booklet-cover-cd

Artista: The Smashing Pumpkins
Titolo: Shiny and Oh so bright, Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun.
Etichetta: Napalm Record
Voto: 6,5

In un vecchio film, uno spettinato Jack Black, chiedeva ad uno sciatto John Cusack, se fosse giusto screditare un grande artista per i suoi “crimini” senili. Una domanda ricorrente quando si pensa a Billy Corgan e alla sua maturità tutt’altro che esaltante.
Al netto di un comprensibile scetticismo, “Shiny And Oh So Bright, Vol. 1”, si presenta come un LP compatto e pragmatico, privo dei deliri del recente passato e orientato alla riscoperta di stilemi e paradigmi, tipici della grandeur mid-90s della band, ora tornata in formazione semi-originale (manca solo D’Arcy Wretzky). L’album è infatti impregnato dall’urgenza di Corgan di simulare una salvifica amnesia, con cui debellare gli ultimi diciotto anni fatti di progetti al limite del folle.
La scelta dei singoli, è volutamente fan friendly, con Solara che ricalca noti proiettili, resi però innocui da Rick Rubin, mentre il Cure-ioso incedere di Silvery Sometimes, si aggrappa alla voglia di riprendere il discorso interrotto dopo 1979. Nonostante una produzione poco efficace e pomposamente ruffiana, il retrogusto di Knights of Malta, invece, è tutt’altro che spiacevole con le sue sponde al dream pop inglese.
Il trittico finale, sintetizza gli spunti migliori posizionandosi a metà strada fra “Siamese Dream” e “Mellon Collie…” con la distorta epicità di Marchin’ On e la conclusiva Seek and you Shall Destroy. La sorella apocrifa di Disarm, With Simphathy, nel suo piacevole revival, riesce invece nell’intento di strappare un malinconico sorriso a chi ha vissuto gli sgualciti 90s di flanella.
Nonostante gli evidenti difetti, “Shiny and oh so bright vol.1”, resta un disco onesto e godibile, seppur imprescindibile, con cui Corgan fa pubblica ammenda e recita un sincero mea culpa nei confronti dei fan e, soprattutto, dei suoi compagni di band.

Simone Vitillo

Article Tags