Acid Jack Flashed and The Pills “Washing in dirty water part1: uptown”

Under My Bed Recordings


Impermeabile, giubbotto di jeans colorato con i loghi delle band e pieno di spillette. A volte un berretto da Sherlock Holmes e il cane a guinzaglio: chi di Varese non conosce Giacomo Premoli aka Acid Jack Flashed? In un certo giro “alternativo” onestamente credo davvero in pochissimi.

Ma non tutti sanno che dopo anni di autoproduzioni, di cassette duplicate con i titoli riportati a penna prima e di cd-r dopo, alla produzione di questo disco ci ha pensato la Under My Bed Records. Il buon Stefano Santabarbara ha dato credito e alle stampe questo nuovo disco di Jack per la sua etichetta attiva da ormai più di un decennio.

Ben quindici canzoni dove il chitarrista di Comerio suona tutti gli strumenti o si fa accompagnare da Danilo Galli, in arte “Nimesulide”, dei furono Minuta H e da Luca “Beat” Selvini dei Field e Rooster and the Booster.

Le coordinate sono sempre le preferite di Giacomo ovvero le atmosfere sixties che abbracciano il beat e anche sonorità più surf o più riflessive e “Morriconiane”. Ma si accorge anche l’impronta garage e a tratti la semplicità del punk mescolata con il piglio del cantautore d’oltreoceano.

Lou Reed, gli Stranglers, i Byrds sono solo alcuni dei parallelismi che faccio ascoltando canzoni come “I feel like superman” o “Tomorrow come my way”. Strutture musicalmente semplici, con testi che raccontano storie inventate o forse autobiografiche.

Quindici pezzi molto diversi fra loro ma con un filo conduttore che si lascia chiaramente intravedere.

Ma l’imprevidibilità degli arrangiamenti, ovvero il non aver sempre una vera e propria band di base o comunque una struttura fissa basso-chitarra-batteria, fa soffrire in più di un episodio l’ascolto perché si cade in pericolosi “buchi”sonori che la forza della chitarra acustica e della sola voce (dalla dizione non sempre impeccabile) non sempre riesce a tenere in piedi il tutto.

In conclusione comunque “Washing in dirty water part:1 uptown” è un disco ben riuscito, un tentativo di tornare indietro nel tempo per guardare avanti con gli occhi del passato.

Un album dal sapore vintage assolutamente sincero e autentico come il suo protagonista.

 

TRACKLIST

01- Without you

02- Washing in dirty water

03- No free girl in town

04- She’s my shadow

05- Tomorrow come my way

06- Walking bomb

07- I feel like superman

08- Forget the past

09- Uptown

10- Into the night/the sad rites of loneliness

11- Early morning obsession

12- The sleeping deserter

13- Victory day

14- This lonely feeling

15- Like a balloon


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.