Adam Green – Aladdin

Artista: Adam Green

Album: Aladdin

Etichetta: Rough Trade

Voto: 8/10

Non capita tutti i giorni di recensire un disco che in realtà è la “descrizione musicale” di un film.
Sì perché non si tratta di una vera e propria colonna sonora, piuttosto di una parte integrante e fondamentale dell’opera stessa (e che opera aggiungerei!).
Il film “Aladdin” di Adam Green è uscito lo scorso aprile, co-finanziato su una piattaforma di crowdfunding e distribuito esclusivamente on-line in modalità on-demand.
Si tratta di un vero e proprio delirio in stile Green: “come se Syd Barrett si trovasse imprigionato in un sogno a 8 bit credendo di essere Lou Reed sotto effetto di chissà quale sostanza”.
I 19 episodi che compongono il disco (in realtà 22, diversamente da quanto riportato sulla cover del cd) raccontano questa lisergica e surreale versione della favola di Aladdin in brani lunghi circa 3 minuti.
Fischiettano, sussurrano, vagheggiano. Sono filastrocche, sono litanie da programma tv, sono meravigliosi momenti di psichedelia retrò, sono semplici belle canzoni.
Nulla è dato al caso però: non aspettatevi un lavoro guidato dall’istinto, dagli umori o dalla semplice improvvisazione lo-fi. Il disco vive davvero in simbiosi con il film, ne descrive la sua evoluzione ed è perfettamente coerente con le suggestioni che Adam Green vuole trasmetterci.
Se ti sono piaciuti i Flaming Lips nella loro reinterpretazione di “Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd non puoi perderti “Aladdin” di Adam Green.

Vincenzo Morreale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.