Crazy Heart: uno dei migliori romanzi country

Per caso un pomeriggio, grazie a mio fratello Tommy, mi è capitato di guardare il film Crazy Heart (di Scott Cooper, con Jeff Bridges, Maggie Gyllenhaal, Colin Farrell e Robert Duvall); sempre per caso, soffermandomi attentamente sui titoli di coda, ho scoperto che il film (del 2009 e vincitore di due premi Oscar nel 2010: miglior attore protagonista e miglior canzone originale) era tratto dal libro di un certo Thomas Cobb (del 1987, edito in Italia per i tipi di Einaudi solo nel 2010, sulla scia del film). Così, dopo aver visto un bel film magistralmente interpretato, anche musicalmente, da Jeff Bridges, ho comprato e letto quello che ho poi scoperto essere un bel libro.

Thomas Cobb, nato a Chicago e cresciuto a Tucson, dove attualmente è professore di Letteratura all’Università dell’Arizona, nel suo libro (in maniera ovviamente più articolata e sviluppata rispetto al film), ci racconta la storia di Bad Blake (Jeff Bridges), cinquantasette anni, semi-alcolizzato e con quattro matrimoni falliti alle spalle (nonché un figlio perso di vista da lungo tempo) che, dopo una rispettabile carriera come musicista country, si ritrova, con soli dieci dollari in tasca, a girare per gli States a bordo del suo scassatissimo pick-up per esibirsi in locali che altro non sono se non sale da bowling o piccoli bar di provincia.

Quando sembra che la via intrapresa da Bad proceda lungo un’inarrestabile e precipite discesa, ecco apparire sulla sua strada una giovane giornalista, Jean Craddock (Maggie Gyllenhaal) che, prendendo le mosse da un’intervista per un giornale locale, forse riuscirà a dare a Bad Blake un’altra chance e una possibilità di riscatto…

Di certo Crazy Heart può essere considerato uno dei migliori romanzi country e western che siano mai stati scritti, al punto che verrebbe quasi voglia di andarsi a comprare tutti i dischi di Bad Blake…

E allora perché non abbinare alla visione del film e alla lettura del libro l’ascolto dell’album Jeff Bridges (prodotto da T. Bone Burnett, con anche la collaborazione di Ryan Bingham e Rosanne Cash)?

È cosa ormai sempre più rara e difficile scoprire che da un bel libro è stato tratto un bel film e fa poca differenza se prima si è letto il libro e poi visto il film o viceversa: così che, davvero, non può farsi a meno di lasciarsi trasportare per qualche ora da questo Crazy Heart in tutte le forme possibili e immaginabili, lasciando a voi di scegliere in quale ordine fruire della visione, della lettura e dell’ascolto.

Laura De Bernardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.