Giöbia – Plasmatic Idol

Artista: Giöbia
Album: Plasmatic Idol
Etichetta: Heavy Psych Sounds
Voto: 8/10

Con un nome che rimanda alle tradizioni popolari del nord Italia, i Giöbia sono una delle band più interessanti nel panorama underground lombardo. Nel mese di febbraio è uscito “Plasmatic Idol” il loro quarto album sulla Heavy Psych Sounds, etichetta fondamentale per tutti coloro che amano la psichedelia nuda e cruda. La copertina ad opera dell’artista francese Metastazis, con i suoi colori sgargianti e l’imponente figura del Dio indiano Ganesh, attirano l’attenzione e invogliano l’avventuroso viaggiatore cosmico ad ascoltare questa bomba psichedelica, pronta ad esplodere da un momento all’altro. Prima di iniziare questo viaggio sonoro è bene però invocare il Dio-elefante, il signore del buon auspicio che dona prosperità e fortuna. Gli otto brani presenti in “Plasmatic Idol” scorrono perfettamente senza lasciare vuoti, rendendolo così una sorta di one-track album infinito e maestoso, grazie all’utilizzo di tappetti di sintetizzatori e organi ben sovrapposti tra loro. Le atmosfere vintage di Parhelion ricordano le colonne sonore dei grandi classici horror come Dawn of the Dead o Phenomena. Con le lisergiche Haridwar e Heart of Stone si viene catapultati nella West Coast americana in compagnia di Jefferson Airplane e Grateful Dead. La title track è forse, nella sua semplicità. il brano più sperimentale di tutto l’album. Con i suoi synth alieni dona all’ascoltatore un’oasi dove riprendere il fiato dopo essersi tuffati in questo mare allucinogeno. Con un tour europeo partito a fine febbraio e che si protrarrà fino a maggio, i Giöbia saranno in grado di portare a testa alta la bandiera della psichedelia made in Italy. Per i fan di Ash Ra Tempel, Goblin, Pink Floyd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.