21 Agosto 2019

Ida Mae - Chasing Lights




Artista: Ida Mae
Titolo: Chasing Lights
Etichetta: Vow Road/Thirty Tigers
Voto: 7/10

Oltre al potermi atteggiare a novello Lester Bangs e vivere con un perenne acufene, uno dei vantaggi dell’occuparmi di musica, è sicuramente quello di ricevere in anteprima gli album su cui dovrò poi lavorare. Qualche volta, capita di avere fra le mani delle piccole gemme, infilate di nascosto sotto la porta, come ogni lettera inaspettata che si rispetti.
Guardando la copertina di “Chasing Lights”, ammetto di essermi immediatamente chiesto quanto potesse risultare interessante nel 2019, l’ennesimo duo d’ispirazione folk-blues. Tuttavia, dopo pochi istanti, ogni dubbio sulla validità dei Ida Mae, è quasi completamente svanito, complice anche il fascino che esercitano sul sottoscritto le chitarre furiose in stile Dan Auerbach.
Il duo di Norwich, nonostante non porti nessuna particolare innovazione, presenta un esordio solido e piacevole, ricco di buoni spunti e canzoni micidiali, merce rara di questi tempi.
Sebbene paghino dazio a The Civil Wars e The Black Keys, quelli veri, brani come My Girl is a Heartbreaker, Boom Boom Boom e Reaching, si incollano addosso come una t-shirt sudata a fine concerto, con un sapore tutto Nashville a fare da contorno.
Le voci di Turpin e Ward, più che rincorrersi lungo le tredici tracce di “Chasing Light”, si fondono invece in un’unica entità, finché morte non li separi. La dicotomia vocale del duo, prevede infatti che la mancanza di uno o dell’altro elemento, porti a decadere tutto l’intimo ed avvolgente feeling armonico, che non sfigura se paragonato ai grandi nomi del genere.
Nonostante l’evidente brillantezza del progetto, il punto debole di questo esordio degli Ida Mae, risiede proprio nel restare furbescamente legati ai loro artisti di riferimento. Espediente, che soddisferà i fan del genere, ma che mostra un ingenuo timore di voler osare ed essere unici.

Article Tags