Mood Pusher – The Evil Twin

Artista: Mood Pusher

Album: The Evil Twin

Etichetta: Autoproduzione

Voto: 8/10

Energia, sudore, rock e funk: questi solo alcuni degli ingredienti che compongono la miscela esplosiva Mood Pusher per il loro “The Evil Twin”.
Il quartetto (composto da Michele De Leo alla chitarra, Stefano Ferrara al basso, Ylenia Soprano alla voce e Marco Mengoni alla batteria e voce) confeziona il suo secondo lavoro in maniera impeccabile: dieci tracce (di cui due cover) che sanno di quegli Stati Uniti sporchi ed autentici, pregne di anima, imprevedibilità e un ritmo pulsante che pare inarrestabile.
Ed è il ritmo, vivo e incalzante, che rappresenta un vero e proprio filo conduttore per tutto il disco perché se una volta la deriva è funk, altre è blueseggiante per poi tuffarsi in reminiscenze rock anni’90 ma sempre con un piglio brillante che tiene alto l’interesse all’ascolto.
Ottimo l’alternarsi delle due voci maschile e femminile, quasi volessero rivelare le due anime della band (o del gemello buono e di quello cattivo?) e a interpretare sempre nel migliore dei modi i brani.
Ottima anche la produzione e la registrazione del disco affidata all’inossidabile Andrea Cajelli de La Sauna Recording Studio di Varano Borghi.
Ah, dimenticavo le cover: la prima Sign Your Name di Sanada Maitreya (ma che tutti voi conoscerete come Terence Trent D’Arby) e la seconda The Seeker degli Who di Pete Townshend. Canzoni ben interpretate, marchiate con lo stile Mood Pusher anche se personalmente avrei preferito al posto loro altri due brani originali in tracklist.
Un lavoro che consiglio caldamente ai fan di band come Red Hot Chili Peppers e Audioslave ma anche, scavando più indietro, ai nostalgici della Seattle anni’90 e agli amanti dei monumentali Big Brother and the Holding Company.

Vincenzo Morreale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.