Orto Sociale 29 novembre Cantine Coopuf – reportage

La sera di venerdì 29 novembre alle cantine coopuf di Varese, mi sono trovata immersa in un concerto alquanto strano e diverso dai miei gusti musicali. Ho sempre pensato ad un live come l’esibizione di una “squadra” di 4/5 componenti: voce, chitarra, basso e batteria. Questa volta invece ho assistito ad un concerto di tutt’altro genere. Gli orto sociale sono una singolare fanfara che riesce a farsi distinguere fra molti. Definiscono il loro genere come “multicolor music” e in questo evento devo dire che sono riusciti ad esprimere appieno questo appellativo.

Nove giovani ragazzi si sono presentati con un abbigliamento semplice, con gilet e coppole in testa, in qualche modo ad evocare l’immaginario della vita di paese rurale e contadina. I fiati sono i protagonisti: trombe tromboni, clerinetto, ecc… illuminano la serata coinvolgendo in modo allegro l’intero pubblico delle Cantine. Ad animare l’evento vi è stata anche la presenza bizzarra di un giocoliere, che tra le note della fanfara si esibiva con birilli e palline. A circa metà concerto è stato proposto anche un racconto, tratto dal loro primo album “Il Futuro è un Passato di Verdure”. La storia è stata raccontata in modo dolce, quasi come se fosse un racconto per bambini.

Il live si concludeva tra melodie popolari con un forte accento sulla musica balcanica. Il pubblico, per tutta la durata del concerto, ha improvvisato danze fantasiose e allegre. Un’esperienza senza dubbio particolare e sicuramente da ripetere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.