Tricarico – l’intervista esclusiva di VivaMag

Francesco Tricarico sarà l’ospite principale della serata di sabato 24 giugno 2017 della quinta edizione di Microcosmi Festival. Sul palco di Comerio il cantautore milanese porterà uno spettacolo per “voce, pianoforte e flauto”. Abbiamo avuto modo di porre alcune domande a Francesco che ci ha svelato (ma non troppo) cosa succederà sabato sera a partire dalle 21.00 nella suggestiva cornice di Villa Tatti Tallachini.

Ciao Francesco, vuoi descriverti artisticamente ai nostri lettori in “tre righe”?

A volte c’è il sole a volte piove, in inverno la temperatura si abbassa, in estate si alza. Ci sono cose che si ripetono e continuano a sembrare eterne, altre che scompaiono da un momento all’altro, lasciandomi… altre che compaiono improvvisamente e impreviste. Cerco di capire e raccontare questo

Vuoi raccontarci qualcosa dei tuoi ultimi lavori in studio? Dopo il singolo “La Mela” hai messo in cantiere altro? C’è qualche anticipazione che ti senti di fare?
A novembre è uscito “Da chi non te lo aspetti”, un album che racconta quanto ho vissuto negli ultimi tre anni. Sto scrivendo canzoni, racconti e dipingendo.
A settembre mi auguro accadano cose meravigliose. E intanto siamo sempre in giro per concerti

“Io sono Francesco” è stato uno dei brani più popolari dell’anno 2000 che ha segnato anche il tuo esordio discografico. Che ricordo hai di quel successo e di quel periodo della tua vita?
Buono e bello e gratificante per certi aspetti: complicato e non semplice per altri

Sabato 24 giugno per Microcosmi Festival al parco di Villa Tatti ci sarà il tuo concerto “voce, pianoforte e flauto”. Vuoi parlarci di questa “dimensione live”?
Questa dimensione è per me meravigliosa. Mi incanta, mi diverte e mi fa sognare, a volte commuovendomi. Con Michele Fazio (al piano) c’è una grande complicità e amicizia che ci permette di stupirci tutte le volte di ciò che può accadere, di ciò che musica, parole, pensieri, emozioni, ironia e riso possono creare.

Cosa ne pensi di un festival come Microcosmi? Ti è mai capitato di suonare in altre situazioni simili?
Penso che Microcosmi sia un grande festival, sono certo che nasce da un’idea meravigliosa: quella di mostrare la bellezza e la meraviglia della vita che attraverso l’arte in tutte le sue forme si svela.
Accudire un figlio è arte, preparare un piatto di pasta è arte, parlare, suonare è arte. Il nostro mondo, il nostro “microcosmo” è una meravigliosa opera d’arte e noi ne facciamo parte tutti.
Ringrazio Vittorio per l’invito a partecipare al “suo” festival e mi auguro che possa essere d’esempio, perché sempre più momenti d’arte e d’amore ci siano.

Una domanda “di rito” che spesso si fa ad artisti navigati come te: cosa ne pensi dei talent e del loro effetto sulla scena discografica nazionale?
I talent? Ora non ho voglia di pensarci, loro non pensano a me.

Si ringrazia Valentina Bracchi di Ja.La Media Activities

Microcosmi Festival 2017 – biglietti acquistabili direttamente in loco – 10 euro per le serate di venerdì 23/6 e sabato 24/6 in Villa Tatti. Ingresso gratuito per bambini e ragazzi fino ai 14 anni/ over 70 / formula famiglia: due minori ogni due adulti paganti.

Vincenzo Morreale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.