Twee – All you can Italy




Artista: Twee
Album: All you can Italy
Etichetta: INRI
Voto: 8/10

Ho incontrato i Twee per la prima volta due anni fa al circolo The Family di Albizzate e da allora è stato amore a prima vista, o meglio, al primo ascolto. Li ho da poco rivisti nella medesima location ed è stata una gran conferma. Dunque, eccomi qui a parlarvi di Nadia, Giò, Marghe e Gian ovvero i Twee: una carismatica ed energica band di Torino che saprà certamente conquistare anche voi con il loro “All you can Italy”. Fin dagli esordi hanno raggiunto diversi traguardi vincendo il trofeo Roxy Bar di Red Ronnie con il loro primo singolo Every Week, poi uscito per Warner Music Italy e divenuto colonna sonora per uno spot di Sky Tv.
Tra un festival e l’altro, i Twee sono stati selezionati per una compilation distribuita da Sony Music e nel marzo 2017 hanno annunciato l’uscita del loro primo album “Mango”. Hanno partecipato a festival del calibro dello Sziget di Budapest, riuscendo a dividere il palco con artisti come Levante, Peaches, Elisa, Shade e Eugenio Finardi. Da quest’anno la band è entrata a
far parte della scuderia INRI e con i singoli Buonasera e Italia hanno annunciato l’uscita della loro seconda fatica: “All you can Italy”. Il disco è un inno al Bel Paese, ai suoi pregi e naturalmente ai suoi difetti raccontati attraverso stereotipi, abitudini e contraddizioni; la lingua è quella inglese
ma emerge costantemente “l’italianità” della band attraverso alcuni modi di dire o semplici parole. Una miscela di jazz, swing, r’n’b e pop che vi guiderà all’interno delle undici tracce totali, uno stile retrò totalmente rispolverato e personalizzato in chiave Twee. La batteria ridotta di Marghe affiancata dal basso di Giò danno vita ad architetture fatte di ritmi travolgenti e all’apparenza semplici che pongono le basi a Gian per arricchire e caratterizzare le singole tracce talvolta con chitarra, ukulele o
tastiera e altre ancora con fiati digitali o computer. Tutto ciò viene magistralmente interpretato e fatto esplodere dalla rimbalzante e potente voce di Nadia. Un disco consigliato agli amanti delle novità e delle contaminazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.