Vincenzo Scalabrino – D20

Artista: Vincenzo Scalabrino

Album: D20 EP

Etichetta: Autoproduzione

Anno: 2015

Voto: 6/10

La provincia di Cuneo sorprende sempre il sottoscritto e non si risparmia nemmeno questa volta con l’ep D20 di Vincenzo Scalabrino.
Educatore classe 1980, Vincenzo ha alle spalle già tre lavori a suo nome (“Microrganismi” EP del 2008, “Cocleare” del 2009 e “Ballate per i tuoi Fantasmi” del 2010) e in passato è stato prima batterista dei Duc de Ventre per poi passare alla chitarra nei Lamalora.
Soltanto una manciata di pezzi compongono D20 EP e si svolgono su un tessuto sonoro electro dal sapore retrò.
Synthesizer, fruscii, arpeggi, ritmi automatici: tutto suona molto anni’90, molto di “ricerca” ma strizza l’occhio al passato e ad un certo tipo di post-rock e avantgarde music.
L’ascolto, per il lavoro seppur di breve durata, risulta impegnativo per chi non è abituato ad addentrarsi in composizioni strumentali al limite della drone music.
Ciò che salva dal tedio alle orecchie meno allenate è quel particolare, quel suono o quel rumore in “loop”, sapientemente piazzato per dare carattere alla traccia.
Un lavoro che promuovo ma mi aspetto, per il futuro, più coraggio nel valicare la via tranquilla delle strade già battute dagli sperimentatori di due decenni fa.
Promettente.

Vincenzo Morreale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.