21 Agosto 2019

X-Plicit - Like a Snake




Artista: X-Plicit
Titolo: Like a snake
Etichetta: Sneakout Records / Burning Minds Music Group
Voto: 8/10

Band come Velvet Revolver, Motley Crüe, Scorpions, Def Leppard e Guns n’ Roses sono lontane dalla parola “fine”, da quel tramonto artistico che vuole certi generi fuori dai lettori e dalle playlist degli appassionati di musica. Nel periodo dorato a cavallo fra gli anni ’80 e ’90 dello scorso secolo questa leva di musicisti ha definito un suono e un’attitudine inedita per l’epoca spingendo i confini della chitarra elettrica all’estremo e costruendo un immaginario che ancora oggi fa sognare milioni di fan sparsi in tutto il mondo. Parte di questo immaginario è facilmente riconoscibile in “Like a Snake”; nuovo lavoro degli italianissimi X-plicit nel quale si evince, già dal primo ascolto (e in modo più che evidente), la direzione verso la quale si muove la band. Proprio come recita il titolo di un brano, I’m original, abbiamo fra le mani un album notevole, oserei dire unico, per suono e contenuti. Il disco si riapre in pieno rock’n’roll, quello dei bar fumosi e pieni di rissosa clientela; di storie vissute sotto gli efflussi del wisky che raccontano di donne, di motociclette e di groupie. Don’t close this bar tonight è l’invito imperativo che necessita di obbedienza: let’s get party started! Bisogna proseguire senza spegnere gli amplificatori, per goderci questa carrellata di granitiche sonorità, potenti, ma senza dimenticare di dare spazio anche a brani più introspettivi. Angel ha un sapore nostalgico, quel “chitarra e voce” molto vicino alle perfette ballad concepite da artisti del calibro di Nuno Bettencourt degli Extreme. Ma conclusa la parentesi acustica di Angel, il disco si chiude tenendo alta l’attenzione e l’adrenalina dell’ascoltatore. Lo ha già detto qualcuno ma preferisco ribadire il concetto: “non si esce vivi dagli anni ‘80”… In questo caso però risponderei con un “grazie al cielo!”.

Article Tags